As Roma, Serie A

Crisi Roma di gioco e risultati per VARi problemi

Crisi Roma se non batte l’Atalanta

Patrik SchickPossiamo già parlare di crisi Roma? Quante settimane sono che ho lanciato l’allarme? Ragazzi da dopo il derby la Roma non è più lei. Il gioco di Eusebio Di Francesco non è questo. Fosse per me chiuderei i calciatori dentro una stanza a riguardare il derby fino allo sfinimento. Dov’è finita quella cattiveria agonistica? Dov’è finita quella concentrazione e quel cinismo che ha contrassegnato la Roma per buona parte del girone di andata? Amici miei se la Roma non batte l’Atalanta ( avversario ostico ) entriamo in un vortice poco simpatico. Ricordo a tutti che il nostro traguardo minimo che è la qualificazione in Champions League e senza di questa avverrà un ridimensionamento.

Juventus-Roma

Data la mia assenza natalizia, non ho potuto commentare con voi Juventus-Roma. C’è poco da dire, tolto l’ultimo quarto d’ora in cui indubbiamente la Roma è stata pressante ed ha rischiato grosso il pareggio ( soprattutto con Schick ), non siamo quasi mai stati all’altezza dell’evento. La Juventus è più cattiva, ha la rabbia di una squadra che non vince nulla da 20 anni, quella che dovremmo avere noi. Peccato che loro sono al sesto scudetto consecutivo.

Roma-Sassuolo

Avevo visto spiragli nel primo tempo di Roma-Sassuolo, avevo visto Nainggolan e Pellegrini fare i giusti movimenti, soprattutto Lorenzo che credo sia stato il migliore in campo. Nel secondo tempo abbiamo ricominciato a camminare in campo, volevamo amministrare il risultato probabilmente. Complici anche alcune decisioni del V.A.R. con noi sempre molto attento, è finita in pareggio.
Pensiero personale, il goal di Dzeko era in fuorigioco ok, per quanto riguarda invece il goal di Florenzi, premesso che Alessandro non era in fuorigioco, non c’è nemmeno il blocco di Under.

Se non si battono le piccole …

Cambiano gli allenatori ed i calciatori ma quello che non cambia sono le costanti secolari nella Roma. Perdere punti preziosi contro Genoa, Chievo, ( quasi Cagliari ), Torino ( coppa Italia ) e Sassuolo. Queste sono le partite che fanno la differenza a fine anno. Contro la Juve certo, puoi fare l’impresa che da morale, ma è contro le piccole che costruisci la tua fortuna in campionato. Pensavamo che la Roma avesse acquisito il cinismo della grande squadra, ma il processo di crescita ancora non è completo.

Di Francesco non si tocca

Non parliamo ancora di crisi Roma, in questo momento la certezza si chiama Eusebio Di Francesco, non esente da colpe certo ma credo abbia il polso della situazione. I nodi da sciogliere sono le correzioni in fase di calciomercato ( già da oggi è possibile farlo Ramon ) e trovare un ruolo a Schick che non sia quello di esterno destro. Secondo me alla fine Eusebio sta studiando il “falso” esterno destro. Un ruolo che pemette a Schick di accentrarsi con Florenzi chiamato al super lavoro e Nainggolan o Pellegrini più votati ad andare sull’esterno.

COMMENTA QUI SOTTO
Seguimi e lascia un MI PIACE