As Roma, Serie A

Hellas Verona-Roma 0-1

Hellas Verona-Roma 0-1 finalmente era ora

CENGIZ UNDER AS ROMAHellas Verona-Roma 0-1 3 febbraio 2018. Segnamoci questa data perchè potrebbe essere la rinascita. Pensiamo al fatto che se batteremo il Benevento domenica prossima, sarebbe la seconda vittoria consecutiva. Pian piano possiamo rimetterci in carreggiata anche perchè l’Inter comunque, è una squadra chiaramente in difficoltà. Era da quel bruttissimo Roma-Cagliari con goal di Fazio nel finale, che non vincevamo una gara.

Finalmente un po’ di gioco

Non tantissimo come al solito ma buoni 25 minuti, la Roma ha martellato il Verona schiacciandolo nella propria area e concedendo poche ripartenze. Tra l’altro ieri i 2 centrali di difesa ( Manolas e Fazio ) hanno fatto una buonissima partita. Con un 4-2-3-1 più idoneo ( alla fine tutto questo si è fatto solo per Nainggolan ) la Roma è tornata di più al tiro.

Nainggolan e Dzeko finalmente nel vivo del gioco

In effetti sia Nainggolan che Dzeko sono sembrati più partecipi alla manovra, fraseggi stretti, imbucate, sovrapposizioni. Nei primi 25 minuti abbiamo visto un po’ tutto il repertorio del gioco di Eusebio Di Francesco. Edin è andato almeno 4 volte al tiro in maniera pericolosa. 2 volte è stato impreciso, soprattutto nella ripresa a porta spalancata, altre 2 volte bravissimo Nicolas ( uscita bassa nel primo tempo ).

Finalmente Under

Lo dicevo già nelle scorse settimane, il ragazzo sta giocando bene. Le ultime due partite le ha fatte da titolare e questo è servito a dare tranquillità e fiducia. Il suo goal ieri dopo 40 secondi è un classico goal alla Under. Guardando i goal fatti in Turchia la maggior parte hanno questa fattura. Certo la sua tenuta fisica dura al massimo un tempo. Secondo me il suo cambio con Gerson è stato tardivo. La Roma nel secondo tempo ( anche in 10 per una stupida esplulsione di Pellegrini ) era in evidente calo anche se non ha sofferto più di tanto.

Gerson e Defrel

Gerson e Defrel entrati ( forse tardivamente ) al posto di due consumati Under e Dzeko si sono mossi bene con personalità. Il primo ha tenuto bene palla e fatto respirare la squadra. Il secondo si è involato in uno slalom cedendo a Strootman ( ordinato in regia ma nulla più ) una palla solo da spingere in rete.

Roma in convalescenza

Non eccitiamoci, la Roma ha ancora problemi. La tenuta che non va oltre un tempo e l’atavica imprecisione sotto porta. Ancora bisogna crescere molto per puntare al terzo posto. Mi aspetto contro il Benevento una prova convincente per almeno 60-70 minuti e la conferma delle crescite personali viste ieri.

COMMENTA QUI SOTTO
Seguimi e lascia un MI PIACE